la petroliera nella morsa del ghiaccio

in viaggio nel St.Lawrence River ( Canada)

petroliera nei mari ghiacciati del Canada

a Napoli la  Claudio R. è appena rientrata da un viaggio che mi viene così descritto :

Partenza da Genova il 6 gennaio con destinazione Persian Gulf ( via Suez ) ; 4 giorni di Mediterraneo per poi attraversare il Suez Canal; circa 1 settimana per arrivare al Golfo attraverso il Mar Rosso (c'è anche la lemon zone : si entra nella zona tropicale e per contratto vengono distribuiti all'equipaggio latte condensato, thè e limoni ).

La caricazione avviene in Kuwait ( Mina al Ahmadi ) - inizia il viaggio di ritorno (destinazione : "ordini" Nord Europa) con la discesa verso Cape Town ove giunge la nuova destinazione : "Quebec - Canada" ..... lassù in quel mese dell'anno è inverno !

Nella risalita dell'Atlantico vengono costantemente seguiti i bollettini meteo di Halifax e della zona. Le petroliere hanno uno scafo non adatto a procedere nei ghiacci... In prossimità del continente americano ( ingresso del golfo di San Lorenzo ) la nave entra nella zona critica - temperature intorno ai - 20° C; il carico viene riscaldato per evitare la solidificazione e mantenerne la pompabilità (la temperatura del greggio nelle cisterne deve essere superiore al punto di scorrimento del prodotto) - la morsa glaciale la blocca  : resterà immobile per circa una settimana in attesa di una nave rompighiaccio che l'accompagnerà ad Halifax  - successivamente raggiunge finalmente la destinazione ove avviene la discarica. Prima di intraprendere nuovamente un viaggio per il Golfo Persico la nave passa da Napoli per ovvii controlli allo scafo (il bulbo per il lavoro che ha svolto viene descritto,  forse irriverentemente, simile ad una lucida mazza da golf  !) - siamo al 14 aprile, sono passati tre mesi: un viaggio interminabile.


E' opinione diffusa negli equipaggi della flotta che peripezie, danni, ritardi e costi inattesi forse non sono stati ripagati da un nolo in apparenza altamente remunerativo  -  per insidie  ed  emozioni l'evento può essere considerato secondo, nella storia della società, solamente al drammatico incendio dell'Anita Monti.

 

 

 

© nauticalalmanac 2016 - all rights reserved